giovedì 31 dicembre 2009

Il Potere di un Uomo

La terra di mio padre, la mia lingua madre
m'hanno fuorviato così spudoratamente.
Per molti anni ho miscreduto:
l'Odio è il sentiero adatto a me.

Padre, ho ucciso molti angeli,
penso
che adesso andrò fino al mare.
Spero di potermi perdonare un giorno,
Per favore, attracca
la mia vacua barca al molo.

Biasimo me stesso per il sangue blu che scorre nelle mie vene.
Sembra che abbia dimenticato che siamo tutti uguali.

Nella tua fiamma d'odio hai fatto nascere la paura in molte vite,
hai compiuto azioni credendo che fossero giuste.
Non puoi guarire ciò che brucia dentro la tua spina dorsale.
Adesso crolli, crollando riveli i putridi segni della tua vita.

Madre, ho visto troppo, odio vivere la mia vita,
dimentica ogni parola detta a me, piccolo bambino testardo (angelo della tua vita).
Devo trovare il mio Eden, mi sono lasciato le porte alle spalle.
Ma il dolore rimarrà,
non ho poteri da guadagnare.

Adesso ho il tempo di fermarmi, autoconsapevolezza, orrido crimine.
Ho visto colori troppo brillanti, senza sapere d'esser cieco.
Ho macellato un uomo che ha colto l'occasione e ho bevuto il vino proibito.
La mappa che ho tracciato rivela che sono stato un'ingranaggio in una macchinazione più grande.

Padre, ho visto troppo, odio vivere la mia vita.
Dimentica ogni parola detta a me, piccolo bambino testardo (angelo della tua vita).
Devo trovare il mio Eden, mi sono lasciatole porte alle spalle.
Il dolore rimarrà,
non ho poteri da guadagnare, no!

Madre, dov'è tuo figlio?
Quando è cominciato tutto ciò?
Chi è stato lo stupido?

Nessuno è nato per essere servo o schiavo.
Chi può dirmi di che colore è la pioggia.
Nel mondo in cui viviamo, le cose dette e fatte
possono benissimo superare
il potere di un uomo!

Nessuno è nato per essere servo o schiavo.
Chi può dirmi di che colore è la pioggia.
Nel mondo in cui viviamo, le cose dette e fatte
possono benissimo superare
il potere di un uomo!

Vivere e lasciar morire,
dare speranza e prendere vita
sono tutto ciò per cui siamo qui?

Pensare di aver ragione,
assicurarsi che non voli
è la creazione di un crimine d'odio.

Nelle terre dei coraggiosi,
nelle case delle terre degli schiavi
siamo tutti gli stessi.

Ho bisogno di credere
che ci sia da vedere più di quanto i nostri occhi non vedano
oltre a colori dell'arcobaleno.

Nessuno è nato per essere schiavo,
guarda il passato e biasimalo.
Dimmi il colore della pioggia,
nessuno è nato per essere il padrone.

Nella terra in cui viviamo, muoriamo,
predica l'unità, predica la bugia
per tessere una tela accanto al falso
avremo bisogno di un vero
Creatore della Pioggia.

Nessuno è nato per essere schiavo,
guarda il passato e biasimalo.
Dimmi il colore della pioggia,
nessuno è nato per essere il padrone.

I figli di Abele e i figli di Caino
possono vivere in armonia, senza vergogna.
Le chiavi che t'ho dato, la terra sacra
sono aride sabbie del deserto nel palmo della mano.
Senza l'acqua, la saggezza del passato
scorrerà tra le tue dita e verrà presto dimenticata.
Così adesso, quando me ne andrò, sono veramente cieco.
Questa cecità, questa benedizione, è la speranza del genere umano.

Sonata Arctica - Silence (2001) - The Power of One

La Fine di questo Capitolo

Pronto?
Bene bene, come stai?
Uhm... Chi è?
Chi pensi che sia?
Smettila... Chi sei?
Sai bene chi sono... Sei quasi scappata da me, vero?
Oh mio Dio... Non puoi essere tu... Non puoi!
Ahahahah! Sì, sì, amore mio, sono io.

T'ho dato il mio tempo,
t'ho dato tutta la mia vita,
t'ho dato il mio amore, ogni centesimo
e m'hanno detto che era peccato.

Ricordi?
E' tutto stato vano?

Ho guardato la luce, mi sono seduto nella tua miniera di carbone.
La promessa fatta, posso mantenerla?
Vogliono assicurarsi che non c'incontreremo mai.

Non ricordo
la promessa profonda che ho fatto.

Dimmi che il passato non morirà,
dimmi che le antiche menzogne sono ancora vive.

Per i cieli oscurati ho viaggiato senza luce.
Sono affondato nel pozzo della mia mente:
troppo profondo, per non essere trovato mai.

Non ricordo...
Come puoi essere così vana?

Dimmi che il passato non morirà,
dimmi che le antiche menzogne sono ancora vive.
L'amore che è finito troppo tempo fa
mi uccide, mi emoziona.

Hai un nuovo amore e
state bene assieme.
Non ho mai sperato che tu morissi... per ora!

Ora puoi avere tutto ciò
che non ho mai potuto darti.
Guarda dalla finestra: "Sono io!".

Mi spiace, sono qui,
non sono certo se questo possa spaventarti.
Ti sussurro nell'orecchio
"Perchè lui è qui?"

Mentre dormi rubo il tuo orecchino,
accendo una candela per te, reprimo la mia rabbia.

Dicevano che non t'avrei trovata, ma adesso sono accanto a te.
Non sono tutto, quella stalla,
dovresti sapere che da adesso sei mia!.

Dimmi che il passato non morirà,
dimmi che le antiche menzogne sono ancora vive.

Ti dico che il passato non morirà,
ti dico che le antiche menzogne sono ancora vive.
L'amore sarebbe dovuto morire troppo tempo fa.
Mi ucciderà, ucciderà anche te.

Il passato non morirà,
ti dico che le antiche menzogne sono ancora vive.
L'odio sarebbe dovuto morire troppo tempo fa.
Uccidimi, ti prego, uccidimi prima.

Ti dico che il passato non morirà.

Sonata Arctica - Silence (2001) - The End of this Chapter

martedì 29 dicembre 2009

Solo Lei

Solo una donna può farmi mantenere le mie giuste promesse,
solo una e l'ombra di lei.
Solo una donna può farmi mantenere le mie errate promesse,
solo una e l'ombra di lei.

Solo a lei presterò attenzione,
solo a lei obbedirò,
solo lei sarò sempre lieto di servire,
solo a lei resisterò.

Solo una donna può pagare tutti i miei sforzi,
solo una e l'ombra di lei.
Solo una donna può farmi mantenere tutte le mie promesse
solo una e l'ombra di lei.

La mia comprensione è sotto il suo consiglio,
la nascita della mia conoscenza è sotto il suo consiglio.
Lei rispetta i miei desideri che scalpitano.

Amorphis - Silent Waters (2007) - Her Alone

Qualcuno di Speciale

Mi sveglio al suono della pioggia contro la finestra,
raccogliendo i pezzi dei miei vecchi brividi di ieri.
Posso usare questo brivido usato
per pronunciare la mia vita?
E rimango fiducioso.

L'ultima fila a sinistra, un po' di lato,
leggermente fuori posto:
guarda oltre la luce, dove meno te l'aspetti
c'è qualcuno di speciale.

Un mattino nebbioso mi saluta mestamente, oggi.
Odoro una fragranza nel vento che soffia verso di me
e corro sempre per trovarla:
ho bisogno di definire la mia vita
con la speranza di incontrarla a metà strada.

L'ultima fila a sinistra, un po' di lato,
leggermente fuori posto:
guarda oltre la luce, dove meno te l'aspetti
c'è qualcuno di speciale.

E lei è qui per scrivere il suo nome
sulla mia pelle con i baci,
sotto la pioggia, tenere la mia testa e lenire il mio male
in un mondo che è ammattito, ammattito, ammattito.

L'ultima fila a sinistra, un po' di lato,
leggermente fuori posto:
guarda oltre la luce, dove meno te l'aspetti
c'è qualcuno di speciale.

Poets of the Fall - Signs of Life (2005) - Someone Special

lunedì 28 dicembre 2009

La Verità è là Fuori

Adesso sto strisciando (la mia pelle strisciante)
Non riesco più a svegliarmi (non trovo la porta)
Ho provato a fare un affare (con me stesso)
per evitare la porta accecante (di nuovo)

Andiamo!

La festa è finita, le mosche sono tornate.
Senza spiegazione. Meschino e cattivo.
La ferità più profonda, e non è la scabbia.

Urlo fantascientifico in Full HD,
il tempo è scaduto, la mente lucida, vuota.
Mancherò per qualche tempo.

Ho trovato una verità in mezzo alla bugia,
seppellita in profondità, spiegami perchè
il mondo è alla rovescia...
Non conosco nessuna anima qui,
ma ricordo i loro volti
e la verità è nei loro occhi...

Tutto è miscelato col grigio,
Dì "Buonanotte" e saluta il giorno.
Non riesci a vedere i colori,
quindi... perchè il grigio è travestito da verde?

Non mi piace questo stato mentale...
Vedo, ma non riesco a trovarlo,
terrorizzato al vedere ciò che i prossimi due giorni porteranno.

Posso credere ai miei occhi?
Sono io quello sotto mentite spoglie?
E' un abbaglio o sono pazzo?

Ho trovato la sottile linea rossa della follia,
lontano dal monte Skyland...

Ho trovato una verità in mezzo alla bugia,
seppellita in profondità, spiegami perchè
il mondo è alla rovescia...
Non conosco nessuna anima qui,
ma ricordo i loro volti
e la verità è nei loro occhi...

Veramente non voglio sapere...
Non voglio uscire da qui...
Mi sento ipnotizzato...
La verità è da qualche parte...

Svegliarmi, voglio solo svegliarmi.
Non voglio addormentarmi, ma
sto tuttora sognando.
Sento la mia pelle staccarsi:
cosa nascondevo?
Qualcosa al di sotto.

La mia pelle strisciante (la mia pelle strisciante)
Non riesco più a svegliarmi (non trovo la porta)
Ho visto come andrà a finire (oh, finirà)
Non voglio più impregnarmi.

La verità è là fuori.
Da qualche parte tra due fiabe,
intrappolata non so dove, a fondo, tra la verità e la menzogna di ciascuno.

Un'altra giornata molto piovosa, è un giorno perfetto.
Sono troppo stanco per cadere in ipnosi.
E' tutto vero per me, comunque.

Svegliarmi, voglio solo svegliarmi.
Non voglio addormentarmi, ma
sto tuttora sognando.
Sento la mia pelle staccarsi:
cosa nascondevo?
Qualcosa al di sotto.

Sonata Arctica - The Days of Grays (2009) - The Truth is Out There

venerdì 25 dicembre 2009

La Clessidra

Guarda questi granelli, oltre il vetro,
          da atomi mossi:
Puoi credere che sono il feretro
     di colei che maggiormente amassi?

     E in questa amorevole fiamma
      lei divenne cenere agli occhi miei:
Sì. E nella morte e nella maledetta esistenza
        fu così che vedei
che financo la cenere degli amanti mai s'arresta.

Ben Jonson - The Works of Benjamin Jonson (1641) -The Hourglass


giovedì 24 dicembre 2009

Tessere l'Incanto

Una mente avvilita, sangue che bolle dalla rabbia,
la tempesta del sentiero di guerra, ora risuonano nel mio cuore
le tue inutili suppliche, adesso devo disprezzarle.
Ti lascerò piangere e temere per me.

Sono pronto per la fine,
pettino i miei capelli
con la resina tra le trecce.
Sono pronto ad ascendere
il mio volere che brucia in alto,
evoco la forza dalla notte.

Mi preparo, mi preparo alla guerra,
mi vesto del mio nero mantello, pelle di vipera incantata.
Le tue preghiere non possono entrare nel mio cuore,
la tua disperazione non mi fermerà.

Sono pronto per la fine,
pettino i miei capelli
con la resina tra le trecce.
Sono pronto ad ascendere
il mio volere che brucia in alto,
evoco la forza dalla notte.

Questo prezioso pettine, tirato contro il muro
è giunto a me attraverso mio padre.
Te lo do come ricordo di me,
per farti piangere come una vedova.

E quando il mio sangue scorrerà lungo la mia barba,
quando la mia linfa gocciolerà dall’elsa della mia spada
allora capirai quanto ho sofferto,
la mia distruzione sarà rivelata.

Sono pronto per la fine,
pettino i miei capelli
con la resina tra le trecce.
Sono pronto ad ascendere
il mio volere che brucia in alto,
evoco la forza dalla notte.

Amorphis - Silent Waters (2007) - Weaving the Incantation

domenica 13 dicembre 2009

Il Canto del Cigno

Il cigno canta nell'umida foschia
del lago, stagnante nell'alba
e il pescatore sta ad ascoltare.
Serio, pensoso, guarda un essere muto
morire cantando la propria sofferenza.

Il forte canto si leva limpido e adamantino
a squarciare il velo della notte che va
e del giorno che nasce.
E l'acquitrino è di nuovo vacuo:
morirebbe, se vivo, al mancare di una presenza
di simile lignaggio e portamento.








E il sole è già alto.

Farfalle e Uragani

Cambia,
tutto ciò che sei
e tutto ciò che eri.
Il tuo numero è stato chiamato.
Sono cominciati combattimenti, battaglie:
la vendetta sicuramente arriverà.
Tempi duri sono dinanzi a te.

Il migliore,
devi essere il migliore,
devi cambiare il mondo
e usi questa occasione per farti ascoltare:
è il tuo momento.

Cambia,
tutto ciò che sei
e tutto ciò che eri.
Il tuo numero è stato chiamato.
Sono cominciati combattimenti, battaglie:
la vendetta sicuramente arriverà.
Tempi duri sono dinanzi a te.

Il migliore,
devi essere il migliore,
devi cambiare il mondo
e usi questa occasione per farti ascoltare:
è il tuo momento.

Non
lasciarti star male,
non lasciarti andar via:
la tua ultima possibilità è arrivata.


Il migliore,
devi essere il migliore,
devi cambiare il mondo
e usi questa occasione per farti ascoltare:
è il tuo momento.

Muse - Absolution (2003) - Butterflies and Hurricanes

Tutto S'Ingrigisce

Stanotte la mia vita mancherà di significato,
un solo passo prima di vedere...
Perchè per una volta sono felice, mio piccolo amico,
non posso capire ciò che vediamo.

Non servono parole, solo uno sguardo, un abbraccio...
Contatta i vivi, ricorda i morti...

C'è sempre qualcosa da imparare,
la ripetizione ne prova il valore:
senza questi momenti, non ricorderemmo...

Non è giusto, non è giusto, c'era un tempo, ma adesso...
In ginocchio, attendiamo il momento in cui
tutto diventa finalmente chiato.
Non è giusto perderlo
e come... C'era un tempo, ma adesso...
Ma la Morte ci imbroglia, in qualche modo.

Vieni qui, adesso.

Non posso andare via, nulla da dire,
non c'è bisogno di sentirsi così spaventati,
i colori durano una vita e s'ingrigiscono.

Non è giusto, non è giusto, c'era un tempo, ma adesso...
In ginocchio, attendiamo il momento in cui
tutto diventa finalmente chiato.
Non è giusto perderlo
e come... C'era un tempo, ma adesso...
Ma la Morte ci imbroglia, in qualche modo.
E lei già qui...

Quando finisce tutto...
Quando tutto s'ingrigisce,
c'immergiamo nell'oscurità,
alcune cose sono superflue da dire...

Alcune cose sono superflue da dire:
c'immergiamo nell'oscurità,
quando tutto s'ingrigisce.

Sonata Arctica - The Days of Grays (2009) - Everything Fades to Gray

sabato 12 dicembre 2009

Piacevole Intontimento

E' permesso?
C'è nessuno qui dentro?
Mi basta un cenno.
C'è nessuno in casa?

Dai,
adesso,
sento che ti senti giù.
Posso farti sentire meglio,
rimetterti di nuovo in piedi.

Rilassati,
mi servono delle informazioni, prima,
solo i fatti basilari:
puoi dirmi dove ti fa male?

Non c'è dolore, sei sfuggente,
un filo di fumo di una nave distante, all'orizzonte.
Vieni solo a ondate.
Le tue labbra si muovono
ma non riesco a sentire ciò che dici.

Quando ero piccolo ho avuto la febbre...
Le mie mani cadevano come...
Due palloncini..
Ora mi sento di nuovo in quel modo...
Non riesco a spiegarmi...
Non capiresti...
Non è come sono...

Io... Sono caduto in un piacevole intontimento.

Ok,
solo una punturina,
non ci saranno più "Ahhhh!",
ma potresti sentirti un pochino male.

Puoi alzarti?
Credo stia funzionando.
Bene.
Ti aiuterà a sostenere il concerto.
Dai,
è ora di andare.

Non c'è dolore, sei sfuggente,
un filo di fumo di una nave distante, all'orizzonte.
Vieni solo a ondate.
Le tue labbra si muovono
ma non riesco a sentire ciò che dici.

Quando ero piccolo
ho dato un'occhiata
con la coda dell'occhio.

Ho ripreso a osservare, ma se n'è andato.
Non posso più indicarlo.
Il bambino è cresciuto,
il sogno è andato via.
Io... Sono caduto in un piacevole intontimento.

Pink Floyd - The Wall (1969) - Comfortably Numb

Mi spezzo da solo

Prendimi,
ho sanguinato per troppo tempo.
Qui, adesso,
lo fermerò in qualche modo.

Lo farò andare via,
non può stare più qui.
Sembra sia l'unico modo.
Presto me ne andrò,
questi sentimenti se ne andranno,
questi sentimenti se ne andranno...

Ora che vedo i tempi cambiare,
andarsene non sembra così strano.
Spero di poter trovare
un luogo dove lasciarmi alle spalle il dolore.
Sembro prendere tutta questa merda,
sembro spezzarmi tutto da solo.
Ho vissuto come meglio ho potuto:
questo mi rende meno uomo?

Spegnimi,
sono pronto,
il cuore si ferma.
Sto in piedi da solo:
non posso stare per fatti miei...

Lo farò andare via,
non può stare più qui.
Sembra sia l'unico modo.
Presto me ne andrò,
questi sentimenti se ne andranno,
questi sentimenti se ne andranno...

Ora che vedo i tempi cambiare,
andarsene non sembra così strano.
Spero di poter trovare
un luogo dove lasciarmi alle spalle il dolore.
Sembro prendere tutta questa merda,
sembro spezzarmi tutto da solo.
Ho vissuto come meglio ho potuto:
questo mi rende meno uomo?

Sto lasciando questo luogo?
Da cosa sto scappando?
Non c'è nient'altro da aspettare?
Sto lasciando questo luogo?
E' sempre nero, nello spazio?
Sto per prendere il suo posto?
Sto lasciando questa gara?
Sto lasciando questa gara?
Credo che Dio sia lassù?
Cosa sono diventato?
C'è altro da aspettare?

Ora che vedo i tempi cambiare,
andarsene non sembra così strano.
Spero di poter trovare
un luogo dove lasciarmi alle spalle il dolore.
Sembro prendere tutta questa merda,
sembro spezzarmi tutto da solo.
Ho vissuto come meglio ho potuto:
questo mi rende meno uomo?

Ora che vedo i tempi cambiare,
andarsene non sembra così strano.
Spero di poter trovare
un luogo dove lasciarmi alle spalle il dolore.
Sembro prendere tutta questa merda,
sembro spezzarmi tutto da solo.
Ho vissuto come meglio ho potuto:
questo mi rende meno uomo?

Korn - Untouchables (2005) - Alone I Break

domenica 29 novembre 2009

Ehi tu!

Ehi, tu! Là fuori, al freddo,
diventando solo, diventando vecchio, mi senti?
Ehi, tu! Fermo nei corridoi
col prurito ai piedi e sorrisi che svaniscono, mi senti?
Ehi, tu! Non aiutarli a seppellifre la vita,
non arrenderti senza combattere.
Ehi, tu! Là fuori, per conto tuo,
seduto nudo vicino al telefono, mi toccheresti?
Ehi, tu! Con l'orecchio contro il muro,
aspettando qualcuno da chiamare, mi toccheresti?
Ehi, tu! Mi aiuteresti a portare la pietra?
Apri il tuo cuore, sto tornando a casa,
ma era soltanto fantasia,
il muro è troppo alto, come puoi vedere.
Non importano i nostri tentativi, non possiamo evadere
e i vermi mangiano il nostro cervello.
Ehi, tu! Là fuori, sulla strada,
facendo sempre ciò che ti dicono, puoi aiutarmi?
Ehi, tu! Là fuori, al di là del muro,
rompendo bottiglie nell'androne, puoi aiutarmi?
Ehi, tu! Non dirmi che non c'è alcuna speranza,
ci ergeremo in piedi assieme, divisi cadremo.

Pink Floyd - The Wall (1979) - Hey You

sabato 28 novembre 2009

Sprecando l'Amore

Forse un giorno sarò onesto,
ma finora ho fatto del mio meglio.
Lunghe strade, lunghi giorni, dall'alba al tramonto,
dall'alba al tramonto.

Sognate, fratelli, finchè potete.
Sognate, sorelle, spero che troverete la vostra metà.
Tutte le nostre vite, coperte velocemente
dalle maree del tempo.

Trascorri i tuoi giorni pieni di vuoto,
trascorri i tuoi giorni pieni di vuoto,
sprecando l'amore, in una carezza disperata
mentre le ombre della notte si allungano.

Sognate, fratelli, finchè potete.
Sognate, sorelle, spero che troverete la vostra metà.
Tutte le nostre vite, coperte velocemente
dalle maree del tempo.

Le sabbie scorrono e le linee
sono nella tua mano.
Vedo la fame nei tuoi occhi, e il
pianto disperato che squarcia la notte.

Trascorri i tuoi giorni pieni di vuoto,
trascorri i tuoi giorni pieni di vuoto,
sprecando l'amore, in una carezza disperata
mentre le ombre della notte si allungano.

Trascorri i tuoi giorni pieni di vuoto,
trascorri i tuoi giorni pieni di vuoto,
sprecando l'amore, in una carezza disperata
mentre le ombre della notte si allungano.

Trascorri i tuoi giorni pieni di vuoto,
trascorri i tuoi giorni pieni di vuoto,
sprecando l'amore, in una carezza disperata
mentre le ombre della notte si allungano.

Iron Maiden - Fear of the Dark (1992) - Wasting Love

sabato 21 novembre 2009

Occhi Nerissimi

Una madre canta una ninna nanna al bambino,
talvolta nel futuro il ragazzo diventa selvaggio
e i suoi nervi sentono una certa energia.

Una passeggiata nel bosco e proverò
qualcosa sotto gli alberi che ti farà commuovere:
è così erotico vedere il trucco scorrere [lungo il tuo volto].

I fili nella mia mente si allentano,
ho libri che non ho mai, mai letto,
ho dei segreti nella mia casa in giardino,
ho una cicatrice dove tutte le mie ferite si sanano.

Ho della gente sotto il letto,
ho un luogo dove i miei sogni sono morti:
nuota con me nei tuoi nerissimi occhi.

Qualche minuto con me nel mio furgoncino
potrebbero essere meravigliosi.
Sento qualcosa prendere il controllo di me.

Porcupine Tree - In Absentia (2002) - Blackest Eyes

Attacco Cardiaco nello Spiazzo

Imbocco la strada
ad Est di Baldock e Ashford
Avverto il mio cellulare
nella luce del cruscotto.

Sibilando sulla strada,
l'odore di pioggia dal condizionatore.
Forse darò un'occhiata alle notizie
o semplicemente metterò su una cassetta.

Mentre accendo una sigaretta
sento questo sentimento dentro di me...
Non so troppo bene.

Se chiudo gli occhi
e mi addormento in questo spiazzo
tutto ciò si lenirà,
la febbre che mi rovina la giornata.

Motore, finestrino, vento.
Potrei sentirmi meglio con un po' d'aria fresca.
Non riesco a respirare bene.

Lei mi aspetta.
Casa mia mi aspetta.

Penso che adesso dovrei andare.
Lei mi aspetta per scusarsi,
dirmi che le dispiace
e che le sono mancato tanto.
Penso di essere solo un po' esaurito,
ho davvero bisogno di rallentare,
sto benissimo ma
ho solo bisogno di sdraiarmi.

Invecchieremo assieme.
Invecchieremo assieme.
Invecchieremo assieme.

Porcupine Tree - In Absentia (2002) - Heartattack in a Layby

Shamandalie*

Nei bei vecchi tempi, ricordi amico?
La luna era così luminosa e vicina a noi, a volte.

Eravamo ancora ciechi e sordi, che beatitudine
dipingere il mondo per conto nostro, per i nostri occhi, ora.

Possiamo avere ciò che avevamo allora?
Amicizia infrangibile,
l'amore non vuol dire nulla per me
senza battere ciglio.
Farei apparire, se ne avessi bisogno,
tutti quei momenti con te
se ti avessi accanto a me.

In un giorno nuvoloso abbiamo perso entrambi la partita,
siamo andati alla deriva così lontano...

Nulla è così crudele quanto un bambino,
a volte rompiamo l'infrangibile, a volte.

E non avremo mai ciò che avevamo allora:
Possiamo avere ciò che avevamo allora?
Amicizia infrangibile,
l'amore non vuol dire nulla per me
senza battere ciglio.
Farei apparire, se ne avessi bisogno,
tutti quei momenti con te
se ti avessi accanto a me.

Non sono stato capace di affrontare ciò che hai detto,
a volte dobbiamo essere crudeli per essere gentili.
Il bambino che ero non ha potuto vedere la ragione.
I sentimenti che provavo erano la dissimulazione e una bugia*.

Non ho mai dimenticato il tuo sorriso,
i tuoi occhi, oh Shamandalie.

Il tempo è passato, molti ricordi morti:
scrivo questo per lenire il dolore.

Hai visto sempre più chiaramente di me
come non avremmo mai dovuto essere.
L'amore negato porta alla morte dell'amicizia:
ora ho visto la luce...
Questi ricordi mi fanno piangere.

Posso avere ciò che avevo allora?
Amicizia infrangibile,
l'amore non vuol dire nulla per me
senza battere ciglio.
Farei apparire, se ne avessi bisogno,
tutti quei momenti con te,
vedere il mondo con gli occhi ben aperti.

L'amicizia s'è infranta,
non c'è nessun altro per me
come quello della mia infanzia.
Puoi perdonarmi?
L'amore farebbe meglio ad abbandonarmi,
tornando a quel giorno ai vecchi tempi.

* = Shamandalie è un nome femminile inventato dall'autore della canzone (Tony Kakko) contraendo l'espressione "sham and a lie", ossia "dissimulazione e una bugia".

Sonata Arctica - Reckoning Night (2004) - Shamandalie

giovedì 19 novembre 2009

Ti Chiederanno di Me

Ti chiederanno di me,
ma tu non correre:
te ne renderanno conto
e tu sarai costretta ad ammetterlo.

Figlia dei ghiacci e della terra,
verranno con sguardi inquisitori,
scrutando i tuoi boccoli corvini
per cercarti una frase.

Non ti chiederanno scusa
per il trattamento riservato
a chi è colpevole di nessuna colpa.

Dai due pianeti gemelli
e opposti fluiranno fiumi
a far nascere un fiore

tra i tuoi piedi.

domenica 15 novembre 2009

Deposto

Mento da sveglio.
Cosa penseranno?
Cosa diranno?
Probabilmente nulla.

Nessun muro può contenermi,
nessun muro può farmi ammuffire.
La gente mi lascia in disparte,
perdi tempo provandoci.

Gli insegnanti non possono insegnarlo,
il braccio di nessuno può raggiungerlo.
Tutti voi lo rispettate e guardate
mentre vi rubano i diritti.

Scaccia via la mia anima, e comincia
a essere ipnotizzato da una luna assassina.

Deposto, una vita viene ghermita.
Deposto, non c'è nient'altro da dire.
Deposto, vengo da molto tempo fa,
vittima negli occhi di un saggio cacciatore.
Deposto.

Gesù non s'è mostrato a me,
i vicini non mi conoscono.
La rivoluzione comincia oggi.
Graggia la verità, uccidi il peccato.

Le telecamere non lo vedranno,
nessuno ci crederà,
l'orrore tra la folla...
Ora il tuo re fa il bagno nel fuoco.

Scaccia via la mia anima, e comincia
a essere ipnotizzato da una luna assassina.

Deposto, una vita viene ghermita.
Deposto, non c'è nient'altro da dire.
Deposto, vengo da molto tempo fa,
vittima negli occhi di un saggio cacciatore.
Deposto.

Death Angel - Killing Season (2008) - Dethroned

Il Fumo

Nei miei sogni il fumo mi seguiva,
come se il mondo intero stesse prendendo fuoco.
Ho camminato attraverso il cortile
fino al gradino e ho aperto la porta.

I gru volavano sopra la mia testa, verso Nord
mentre camminavo all'asciutto
e ho attraversato un boschetto
con fiori gialli.

I gru volavano sopra la mia testa, verso Nord
mentre camminavo all'asciutto
e ho attraversato un boschetto
con fiori gialli.

Mi aspettavano,
Hanno detto così e c'h creduto.
Nei miei sogni il fumo è venuto presso di me
e siamo diventati come una cosa sola.

Sono fumo.

Amorphis - Eclipse (2006) - The Smoke

The Bureau

The light is gone,
our work undone.
I am going hunt 'em down,
the devil's spawn...

Now! Let's go!
Back to Hell!
Deeper you'll fall
unless will play the bell!

Shoot them once,
then twice, break their bones
into a bloody cum dance
with your lead cones.

Now! Let's go!
Back to Hell!
Deeper you'll fall
unless will play the bell!

Cut their heads,
burn their bodies
and hit them when dead;
drink the tears of their ladies.

This is their fatal date,
the day of completed fate.

Il Cielo è Mio

Il Sole è svanito dal mio mondo
e la luna è andata via dal mio cielo con le stelle.
Vado a casa, in una tetra stanza di dolore,
una casa abbandonata, luogo di dolore, in solitudine.

Ho ascoltato battere il mio cuore,
la debole fretta del mio sangue.
Ho ascoltato battere il mio cuore,
gli echi dallospazio.

Qualcosa si muove nel vuoto,
qualcosa mi ha tratto vicino.
Qualcuno m'ha narrato delle mie imprese future,
sussurrandomele all'orecchio.

Il cielo s'è rimescolato,
le luci dello spazio brillano
tra i miei piedi.
La terra vivente ha cominciato a respirare.

Questo cielo è mio,
questa spada è mia,
questo destino è mio,
questo miracolo, mio.

Ho forgiato la spada del maestro con l'acciaio.
Si unirà la pietra, la vetta, la montagna.
Ho camminato nell'oscurità,
sui sentieri delle stelle.

sabato 14 novembre 2009

I Lick my Bitter Lips

I lick my bitter lips
in a slow, unique movement
after the longest of the trips.
Your lipgloss is still there,
it brings within torment
and I wish to run it cannot find me where.

I look deeply inside the mirror
though of what I can see I feel horror.
In a thousand hundred pieces broken,
it reflects a myriad of the ones who has fallen.
All the elected seven
used to live in our private heaven,
but now they transformed into a ghost;
my love, since today, I'm lost.

Can you feel how much you I miss?

martedì 3 novembre 2009

Un Dio Minore

Nel violento silenzio
di un sogno nel sogno
riempi la mia anima con la bellezza.
Sei il mio luccicante uomo-macchina,
affondo nelle rose,
cadendo per sparire
la lama di velluto dell'apatia
rende agrodolce la frantumazione.

Ed io, io sarei potuta morire la notte scorsa
ma ho sentito la voce di un Dio minore.
Ed io, io sarei potuta morire la notte scorsa
ma ho sentito la voce di un Dio minore.

La tua assenza è il mattino,
la tua presenza è la notte.
Ricerco nei tuoi bui corridoi,
in cerca della luce,
nuotando nel tuo triste oceano,
affogo nel tuo mare.
Tutto ciò finirà presto
e impareremo a vivere di nuovo.

Ed io, io sarei potuta morire la notte scorsa
ma ho sentito la voce di un Dio minore.
Ed io, io sarei potuta morire la notte scorsa
ma ho sentito la voce di un Dio minore.

Vedo i tuoi occhi nelle stelle della sera.
Ti sento parlarmi.
Ora mi manchi, fa così tanto male,
mi sento distrutta, così spaventata.

Ed io, io sarei potuta morire la notte scorsa
ma ho sentito la voce di un Dio minore.
Ed io, io sarei potuta morire la notte scorsa
ma ho sentito la voce di un Dio minore.

Darling Violetta - Parlour (2003) - A Smaller God

Rosary of Hope

I’ve passed the last years
waiting for you.
Will you give me
your magic kiss?
Will I stand against time
and its raging sways.

Say the Rosary of Hope
and come close to me,
come in sight of my heart.
Twist the branches up to me.
Bury your thorns deep within my skin.
To reach the inner part of my flesh.

Erase the pain,
drain my life
to live in you.
Let me join you, my love.
We’ll look into each other’s eyes
to be safe for a while.

Say the Rosary of Hope
and come close to me,
come in sight of my heart.
Twist the branches up to me.
Bury your thorns deep within my skin.
To reach the inner part of my flesh.

So we’ll both
see the world
fading in a red veil.
Only me in your eyes and you in mines.

domenica 1 novembre 2009

M'hai battuto

Mi combatti, sono caduto sul mio volto solitario.
Vivo bene, trovando la fine.
Alla luce della vita che ho trovato
sta scendendo.

Non so cosa non sia reale,
ma è facile
battermi.
(Suca)
La vita è affondare o nuotare.
L'amore è accecante, non si sopravvive.

Non so ancora cosa voglio essere,
ma posso dimostrare di aver bisogno di vedere questo.
Non c'è tempo per le bugie o inutili schermaglie.
Sono al tuo fianco.

Possiamo vivere una vita di pace e felicità?
Non penso.

Non lo nego, ho paura di perdere ciò che amo.
Comando io.

E' così che andrà a finire.
E' così che andrà a finire.
Fine.

Tutti aspettano tutti qui.
Lasciami solo.

E' così che andrà a finire.
E' così che andrà a finire.
E' così che andrà a finire.
NO!
E' così che andrà a finire.

Breaking Benjamin - Phobia (2006) - You Fight Me

sabato 31 ottobre 2009

Pioverà per un Milione d'Anni

Mi rinchiudo nella capsula
e guardo il pianeta diventare lentamente blu.
Le luci sopra di me lampeggiano e scintillano.
Tengo ben strette le chiavi delle vite attraverso cui ho vagabondato.
I circuiti ronzano, le visioni scorrono
misteriose e fredde sullo schermo
fiammeggianti, scorrendo con le correnti,
senza mai sapere dove sono stato realmente.

I semi fluttuanti dei viaggi senza tempo
per riposare tornano in velivoli che non esistono,
visitando mondi di cristallina bellezza,
offrendo sogni a cui è così difficile resistere.
Ho visto il passato, ho visto il futuro,
attraverso le dimensioni e nello spazio vuoto,
trovando domande, mai risponde
il tempo della vita, da dietro un'altro volto.

Porcupine Tree - On the Sundey of Life (1991) - It Will Rain for a Million Years

Le Stelle da Lontano

Le astronavi muovono
verso nuove destinazioni.
Nuovi principi,
nuove coscienze.

Oscuri punti e stelle
abitate da vermiformi
nuovi esseri non viventi.
Grandi gocce da abitare.

Dentro un mondo,
un pensiero si dischiude
come una nuova
rosa dal cielo.

Tutto diventa più bianco
nell'attimo in cui la forma
torna tale.

Fiumi e ruscelli
torneranno a scorrere tranquilli
per fluire al mare,
per tornare tali.

Non hai visto stagliarsi i tuoi monti?
Hai preferito toccare le stelle?
Ma da lontano son più belle.

venerdì 30 ottobre 2009

Dipingilo di Nero

Vedo una porta rossa e la voglio dipinta di nero.
Mai più alcun colore, voglio che diventino neri.
Vedo le ragazze camminare, vestite coi loro vestiti estivi.
Devo voltarmi finchè la mia tenebra se ne andrà.

Vedo una fila di macchine e sono tutte dipinte di nero
con i fiori e il mio amore, entrambi non torneranno mai.
Vedo la gente voltarsi velocemente e guardare altrove.
Come un neonato, succede ogni giorno.

Il mio verde mare non ritornerà di quel blu scuro.
Non potevo presagire che ti sarebbe capitato questo.
Se guardo abbastanza a lungo nel sole al tramonto
il mio amore riderà con me prima che venga il mattino.

Guardo dentro me e vedo che il mio cuore è nero,
vedo la mia porta rossa ed è stata dipinta di nero,
quindi allora svanirò e non dovrò affrontare la realtà.
Non è facile affrontarla quando tutto il mondo è nero.

Vedo una porta rossa e la voglio dipinta di nero.
Mai più alcun colore, voglio che diventino neri.
Vedo le ragazze camminare, vestite coi loro vestiti estivi.
Devo voltarmi finchè la mia tenebra se ne andrà.

Voglio vederlo dipinto di nero, dipinto di nero.
Nero come la notte, nero come il carbone,
Voglio vedere il sole cancellato dal cielo.
Voglio vederlo dipinto, dipinto, dipinto, dipinto di nero.
Sì!

The Rolling Stones - Aftermath (1966) - Paint it Black

Tardo Addio

Nei nostri fanali, stralunato, tetro, boccali di birra, occhi di cervo...
Sull'asfalto, al di sotto, i nostri progetti sfumati e le mie bugie.
Segnali solitari, linee elettriche, continuano a lampeggiare... Lampeggiando...

E continuiamo a guidare fin dentro la notte:
è un tardo addio, come un tardo addio.
E continuiamo a guidare fin dentro la notte:
è un tardo addio...

Il tuo caldo alito sulle mie guance e abbiamo oltrepassato quella linea.
Mi hai reso forte quando mi sentivo debole, e l'abbiamo oltrepassata, quell'unica volta.
I segnali di stop ci urlano, occhi selvatici e stralunati scrutano, continuando a lampeggiare... Lampeggiando...

E continuiamo a guidare fin dentro la notte:
è un tardo addio, come un tardo addio.
E continuiamo a guidare fin dentro la notte:
è un tardo addio...

Il diavolo sorride da un orecchio all'altro, quando vede il modo in cui c'ha trattati.
Addita i tuoi capelli infuocati, e giochiamo a nascondino.
Non posso respirare con facilità qui, le tue tracce si sono raffreddate, dietro di noi
e nel frattempo ti vedrai invecchiare e indebolire nello specchio di John-

E continuiamo a guidare fin dentro la notte:
è un tardo addio, come un tardo addio...

Poets of the Fall - Signs of Life (2005) - Late Goodbye

mercoledì 28 ottobre 2009

Il Signore delle Mosche

Il primo incontro, se così lo possiamo chiamare, con questo libro l'ho avuto ai tempi delle medie, quando nel libro di antologia m'imbattei nel primo capitolo di questo romanzo.
Ricordo che lessi il brano non poco a malincuore.
Passò il tempo e un giorno mi imbattei per caso in questo libro, che non sapevo di possedere.
"La storia di un gruppo di ragazzi che sopravvive a un'incidente aereo e si ritrova su un'isola deserta? Ma che stronzata", pensai.
Per un lungo periodo il suddetto romanzo giacque sperduto in qualche remoto recesso.
Fino a ieri, quando lo ritrovai e iniziai a leggerlo (un po' per riempire per qualche ora una giornata vuota, un po' per curiosità) sotto una luce nuova.
E molte cose che all'epoca non capii, ora sono chiare e lampanti.

Ma chi è il Signore delle Mosche?
Il Signore delle Mosche non esiste, è un feticcio, un prodotto della fantasia galoppante dei marmocchi naufraghi.
Egli è la bestia che tormenta le loro piccole menti.
E' il mostro che uscirà dall'acqua per divorarli, come dice il piccolo Percival.
E' il mostro che scenderà dalla montagna.
E' la testa di maiale impalata dai cacciatori con cui Simon parla, nel suo schizofrenico delirio.
Ma andiamo con ordine...

Come accennato sopra, ne Il Signore delle Mosche un gruppo di ragazzini dai 6 ai 12 anni che viaggia su un aereo diretto in una località di villeggiatura subisce un incidente e i sopravvissuti si risvegliano su un'isola deserta.
Del pilota e degli accompagnatori adulti non c'è nessuna traccia, probabilmente tutti morti.
In assenza di adulti, i ragazzini più grandi cominciano a realizzare una società ideale, in cui i piccoli possano giocare a piacimento e i grandi a occuparsi della caccia e di ravvivare il fuoco.
Leader carismatico e per un certo periodo indiscusso della società appena costituita è Ralph, un ragazzino altezzoso e con l'attitudine al comando, che agli occhi degli altri appare come "quello con la conchiglia" (quella che ha usato come tromba, per richiamare a sè tutti i superstiti).
Se però Ralph è il figo di turno, è Piggy, il ragazzino grassoccio e malato d'asma, ad essere la mente del gruppo.
Infatti, sebbene sia un tipo timido e schivo, Piggy è l'unico che riesce a mantenere la mente lucida pur trovandosi in una situazione di per sè disperata.
Se Ralph è il leader autorevole, Piggy è l'intellettuale dietro a tutte le migliori intuizioni.
Se Ralph perde spesso il filo del discorso, Piggy riesce a formulare intere "strategie di governo".
A contrapporsi a Ralph è Jack Merridew, il prepotente capo del coro, che pensa ad andare a caccia e organizzare una vera e propria tribù primitiva, cosa che poi farà nella seconda metà del romanzo.
Un quarto personaggio importante è rappresentato da Simon, un ragazzino che soffre di schizofrenia, che lo porta ad allontanarsi dal gruppo e ad avere una visione nei pressi della testa di maiale impalata dai cacciatori per propiziarsi la Bestia che si crede abiti sull'isola e che trami di uccidere i ragazzi.
Il Signore delle Mosche (così chiamato a causa delle mosche che girano intorno alla testa in putrefazione) nella visione rivela a Simon che in realtà non esiste nessun mostro.
Nel frattempo, Jack Merridew s'è allontanato dal resto dei superstiti e ha formato una tribù di cacciatori e sta dando una festa a base di danze e di carne di maiale.
Mentre è in corso una danza che ricorda la caccia e l'uccisione del maiale, Simon sbuca dalla foresta e i festanti, in un'ondata di furia omicida, lo scambiano per la bestia e cominciano a morderlo e a colpirlo in ogni modo.
Simon non riesce quindi a comunicare che la Bestia in realtà è solo il cadavere di uno sfortunato aviatore che era atterrato sull'isola dopo essere stato abbattuto col suo aeroplano.
Soltanto in pochi continuano a riconoscere Ralph come leader, tra cui Piggy e i gemelli Sam ed Eric.
La notte successiva alla festa, i guerrieri di Jack attaccano Ralph e rubano gli occhiali di Piggy, indispensabili per accendere il fuoco.
Pur di recuperarli, Ralph, Piggy e i gemelli partono alla volta del nascondiglio, ma subiscono l'aggressione dei selvaggi di Jack e Piggy muore.
In seguito i gemelli tradiscono Ralph ed egli si trova da solo ad affrontare tutti i suoi ex compagni, che adesso vogliono la sua morte.
Deus ex machina della situazione sarà l'arrivo di un'incrociatore, che trarrà in salvo tutti i ragazzi, ponendo fine all'assurda caccia.

Si tratta senza dubbio di un romanzo che non si adatta a chi cerca una lettura semplice: al di là del pretesto narrativo che potrà sembrare ingenuo e risibile, Golding delinea un ritratto verosimile e crudele di come le società utopiche, una volta che si tenta di realizzarle concretamente nella società, tendono sempre a degenerare, diventando società distopiche e totalitarie.
Riprendendo alcuni concetti cari al conterraneo George Orwell, come ad esempio l'odio verso un nemico creato ad hoc, lo scrittore guida il lettore attraverso una narrazione scomoda.
Per tutta la durata del romanzo si è a metà strada tra l'orrore di una società deumanizzata come quella dell'isola, il non voler ammettere che una cosa del genere sia possibile e la disarmante certezza che cose simili sono già capitate.
La narrazione, che procede abbastanza scorrevolmente e in maniera parecchio lineare (si hanno solamente un paio di flashback in tutta la storia, peraltro brevi e in cui si racconta il passato di Ralph), spinge il lettore a soffermarsi più sul significato recondito di ogni singolo evento che accade piuttosto che alla storia in sè.
In definitiva si tratta di una lettura molto interessante, da leggere non come una storiella, ma da analizzare in maniera critica per trarne le proprie conclusioni.

Il Tempo sta Scadendo

Penso di stare soffoncando,
asfissiato.
Vorrei spezzare l'incantesimo
che hai creato.

Sei qualcosa di stupendo,
una contraddizione.
Voglio giocare il gioco,
voglio l'attrito.

Mi farai morire...
Mi farai morire...

Seppellirlo...
Non ti lascerò seppellirlo,
non ti lascerò reprimerlo,
non ti lascerò assassinarlo.

Il nostro tempo sta scadendo,
il nostro tempo sta scadendo.
Non puoi nasconderlo sotto terra.
Non puoi farlo smettere di gridare.

Cercavo libertà,
sottomesso e ristretto.
Ho provato a rinunciare a te,
ma sono dipendente da te.

Ora che sei che sono improgionato, un senso d'euforia.
Non sogneresti mai
di abolire questa fissazione.

Farai schizzare la vita fuori da me...

Seppellirlo...
Non ti lascerò seppellirlo,
non ti lascerò reprimerlo,
non ti lascerò assassinarlo.

Il nostro tempo sta scadendo,
il nostro tempo sta scadendo.
Non puoi nasconderlo sotto terra.
Non puoi farlo smettere di gridare.
Come siamo giunti a questo punto?

Risucchierai la mia vita...

Seppellirlo...
Non ti lascerò seppellirlo,
non ti lascerò reprimerlo,
non ti lascerò assassinarlo.

Il nostro tempo sta scadendo,
il nostro tempo sta scadendo.
Non puoi nasconderlo sotto terra.
Non puoi farlo smettere di gridare.
Come siamo giunti a questo punto?

Muse - Absolution (2004) - Time is Running Out

Ai miei Occhi Sembri un Gigante

Sembri un gigante ai miei occhi,
il detentore di tutte le chiavi,
diverso ma accondiscendente:
un Dio per uno come me.

Ho imparato a leggere cosa pensi...
Soffrendo ogni secondo passato da solo...
Ammaestrato la bestia dentro me...
Riposa in pace, amico mio, perchè ti sorveglierò...

Quando non ululo al chiarore della luna nuova,
la fiamma rovente interiore, il mio lignaggio, e
ogni notte sento qualcosa lì fuori che mi chiama,
ricordandomi, amico, di ricordare che non sono tuo figlio...

Ti ho seguito dove mi hai condotto e fatto ciò che comandavi,
ma c'è qualcosa che è fuori dal mio controllo.
E la mia natura, le mie pulsioni, sono una creatura della notte

Ululo al chiarore della luna nuova...

Il chiarore della luna nuova porta luce nella mia vita,
un altro giorno e dovrai lasciarmi andare...

Ululo al chiarore della luna nuova,
la fiamma rovente interiore, il mio lignaggio, e
ogni notte sento qualcosa lì fuori che mi chiama,
ricordandomi, amico, di ricordare che non sono tuo figlio...

Ululo, là fuori,
al chiarore della nuova fiamma, dentro il mio cuore.
Ogni notte sento qualcosa là fuori,
che mi dice che non sono tuo figlio.

Sonata Arctica - The Days of the Grays (2009) - In my Eyes you are a Giant

Il Tramonto è la mia Veste

Sussurro dentro te
i sogni più selvaggi...

Nel freddo della notte.

Frammentate in cristalli,
attraverso una nebbia gelida
le anime della luna piena attendono
che le loro ombra prendano fuoco.

Tutti noi inchiniamo
Le nostre stanche foglie sopra il tuo guscio vuoto
in segno di vera stima.
Sei tu il nostro amato sire,
quello che piange nel profondo di queste cascate?

Gli uccelli del sole
separano queste nuvole oscure
mentre i venti dell'inverno dormono dolcemente.
Ho giurato il giuramento
di respirare...

Abito nelle acque.
Le onde sussurrano ancora
antiche nenie.
Muoio...
Mentre i nostri fratelli mistici cercano ancora.

Obbedirò ai tuoi ordini
nella mia visione.
Sei l'incarnazione della libertà pura,
ma ai miei occhi sei fatto di pietra.

Opeth - Orchid (1995) - The Twilight is my Robe

Gravità dell'Amore

O Fortuna, come la Luna...

Girati e odora ciò che non vedi.
Chiudi gli occhi... è così chiaro.
Questo è lo specchio, dietro c'è uno schermo
in cui puoi entrare in entrambi i versi.
Non pensarci due volte prima di ascoltare il tuo cuore,
segui la traccia per un nuovo inizio.
Ciò che ti serve e tutto quello che senti
è solo una questione di offerta.
Nell'occhio della tempesta vedrai un cigno solitario.
L'esperienza della sopravvivenza è la chiave
per la gravità dell'amore.

O Fortuna, come la Luna...

Il sentiero dell'eccesso porta alla torre della Saggezza...
Il sentiero dell'eccesso porta alla torre della Saggezza...

Prova a pensarci...
Questa è l'opportunità per vivere la tua vita e scoprire
cos'è... cos'è la Gravità dell'Amore.

O Fortuna, come la Luna...

Cerca solo la gente, puoi udirne la voce?
Trova colui che ti guiderà fino ai limiti della tua scelta.
Ma se sei nell'occhio della tempesta
pensa soltanto al cigno solitario.
L'esperienza della sopravvivenza è la chiave
per la Gravità dell'Amore.

O Fortuna, come la Luna...
O Fortuna, come la Luna...

Enigma - The Screen Behind the Mirror (1999) - Gravity of Love

Angelo

Sei il mio angelo
venuto da lassù
per portarmi l'amore.

I suoi occhi....
Lei è dalla parte delle tenebre.
Neutralizzare
ogni uomo che vedo.

Per amarti, amarti, amarti...

Sei il mio angelo
venuto da lassù.

Per amarti, amarti, amarti...

Massive Attack - Mezzanine (1998) - Angel

Telepata

Possibilmente cosa si potrebbe dire
a qualcuno che ignora la sua strada,
che non è mai stato toccato dalla grazia.
Come si potrebbe eventualmente esprimere
tutta la tensione, tutto lo stress
che non è possibile leggere sul suo volto?
Tutta la gente che si incontra,
tutta la gente che si lascia,
arricchiscono, sviluppano.
Ciò che fa raggiungere l'apice
diventa una somma d'esperienze,
dando consistenza alla vita.
Conoscere i dettagli fa la differenza
di entrare nel cuore dell'esistenza.

Sintonizza la tua mente sul canale giusto,
le cose funzionano su una scala più grande.
Vai a memorizzare la frequenza.
Non è fenomenale?
Non pensi sia magico,
la tempesta elettrica dell'estasi?

Cavalca il vento, prendi in mano il destino:
devi sentirti più elevato.
Fa' il tuo volo, supera la società.
Il mondo è più grande, da lontano.

Nulla è impossibile,
nulla è irragiungibile.

Sintonizza la tua mente sul canale giusto,
le cose funzionano su una scala più grande.
Vai a memorizzare la frequenza.
Non è fenomenale?
Non pensi sia magico,
la tempesta elettrica dell'estasi?

Non conosciamo la paura da queste parti.
Ciò che vediamo, ciò che sentiamo
formatta la nostra comprensione.
Ciò che non pensiamo, le cose che ignoriamo,
tutte le pulsioni e tutto il resto
aspettano soltanto di essere percepite.

Diffondi la tua consistenza in altri territori,
le tue visioni diventeranno più chiare.
Quando la caccia finisce le parti si riuniscono amichevolmente,
la pace mondiale diventa sempre più vicina...
Diffondi la tua coscienza in altri territori,
le tue visioni diventeranno più chiare.
Quando la caccia finisce le parti si riuniscono amichevolmente,
la pace mondiale diventa sempre più vicina...

Nulla è impossibile,
nulla è irragiungibile.

Possibilmente cosa si potrebbe dire
a qualcuno che ignora la sua strada,
che non è mai stato toccato dalla grazia.
Come si potrebbe eventualmente esprimere
tutta la tensione, tutto lo stress
che non è possibile leggere sul suo volto?
Tutta la gente che si incontra,
tutta la gente che si lascia,
arricchiscono, sviluppano.
Ciò che fa raggiungere l'apice
diventa una somma d'esperienze,
dando consistenza alla vita.
Conoscere i dettagli fa la differenza
di entrare nel cuore dell'esistenza.
Nulla è irragiungibile...

Cavalca il vento, prendi in mano il destino:
devi sentirti più elevato.
Fa' il tuo volo, supera la società.
Il mondo è più grande, da lontano.

Nulla è impossibile,
nulla è irragiungibile,
quindi...

Samael - Reign of Light (2006) - Telepath

Soffocamento (Incazzato e Carico)

Il luogo in cui vivo è chiamato campo minato,
faccio attenzione ad ogni passo che faccio.
Una giacca d'un bianco puro e chiarissimo mi soffoca.
I miei occhi sono stanchi...

Io... Sento il freddo acciaio sulla mia fronte.
Come... il costrittivo piacere d'esser morto.

Futuro verso il basso! Io discendo...
Energica rappresaglia!
E soffoco fino alla fine...

Sono rosso in volto come il liquore che trangugio,
come un sacco d'immondizia che viene trascinato qui e là.
Quando sarà tempo per un giorno migliore?
Il mio amico pieno e carico mi apre la strada.

Children of Bodom - Hate Crew Deathroll (2001) - Chockehold (Cocked n' Loaded)

Casi Particolari

Non dire al tuo uomo ciò in cui sbaglia,
non dirgli neanche tutte le cose che ti fanno piangere,
ma guarda i tuoi specchi nell'armadio
e non pensare che siano tutte sue le colpe.

Dà un'occhiata al mondo:
vedrai accadere molte cose brutte.
Ci sono molti bravi uomini:
chiediti se lui è uno di essi.

Il peccato più grave è l'orgoglio,
ti fa sentire come se avessi sempre ragione,
ma ci sono sempre due parti:
ce ne vogliono due per creare un amore, due per fare una vita.

Dà un'occhiata al mondo:
vedrai accadere molte cose brutte.
Ci sono molti bravi uomini:
chiediti se lui è uno di essi.

Massive Attack - 100th Window - Special Cases

Sobrio

C'è un'ombra proprio dietro di me
che avvolge ogni passo che faccio,
rende vacua ogni promessa,
punta tutte le dita contro di me.

Aspettando come un maestoso maggiordomo,
colui che riposa sul dito.
Uccidi adesto il sentiero chiamato "Dobbiamo"
perchè il Figlio è arrivato.

Gesù, non fischiavi qualche cazzata,
qualcosa sul passato e su ciò che è fatto?
Gesù, non fischiavi qualche cazzata,
qualcosa sul passato e su ciò che è fatto?

Perchè non possiamo essere sobri?
Voglio solo cominciare da capo.
Perchè non possiamo dormire per sempre?
Voglio solo cominciare da capo.

Sono solo un bugiardo senza valore.
Sono solo un imbecille.
Ti complicherò soltanto la vita.
Credi in me e cadi con me.

Troverò il centro in te,
lo masticherò e me ne andro.
Mi adopererò per elevarti
quel tanto che basta per riportarti a terra.

Madre Maria, non sussuravi
qualcosa sul passato e su ciò che è fatto?
Madre Maria, non sussuravi
qualcosa sul passato e su ciò che è fatto?

Perchè non possiamo essere sobri?
Voglio solo cominciare da capo.
Perchè non possiamo essere sobri?
Voglio solo cominciare da capo.

Sono solo un bugiardo senza valore.
Sono solo un imbecille.
Ti complicherò soltanto la vita.
Credi in me e cadi con me.

Credimi...
Credimi...
Credimi...
Credimi...
Credimi!

Perchè non possiamo essere sobri?
Voglio solo cominciare da capo.
Perchè non possiamo dormire per sempre?
Voglio solo cominciare da capo.

Voglio ciò che voglio.
Voglio ciò che voglio.
Voglio ciò che voglio.
Voglio ciò che voglio.

Tool - Undertow (1993) - Sober

File Vuoto

E' il tuo migliore amico, il nuovo occhio nel tuo rifugio privato
e puoi trovarci il mondo dentro ogni giorno.
Sanno cos'hai fatto oggi, ascoltano qualsiasi cosa tu dica.
E quando ti mandano una mail
sanno dove andrai per un po' il giorno successivo.

Conoscono la tua vita, hanno una scheda su di te.
Costruiscono la tua vita, quindi loro...

Sanno ciò che ti piace e cosa desideri,
ma non sanno nulla su di me.
Non sono così semplice, una scheda bianca nella loro memoria.

Preso di nuovo nella rete, nel tuo rifugio privato
Dove puoi andare sulla luna
o incontrare gente che non vedrai mai.
Sei un file là dentro, denaro in un mercato all'aperto.
Sei uno schiavo tra gli schiavi, che aspetta il futuro con apprensione.

Conoscono la tua vita, hanno una scheda su di te.
Costruiscono la tua vita, quindi loro...

Sanno ciò che ti piace e cosa desideri,
ma non sanno nulla su di me.
Non sono così semplice, una scheda bianca nella loro memoria.

Provano ancora ad appropriarsi, controllare la mia vita,
ma nessuno può farlo a parte me.
Non sono così semplice, una scheda bianca nella loro memoria.

Sanno ciò che ti piace e cosa desideri,
ma non sanno nulla su di me.
Non sono così semplice, una scheda bianca nella loro memoria.

Aspetto, sperano e pregando
di vedere come tutto ciò finirà quando loro cadranno in disgrazia.

Come può essere che non riesci a vedere
cosa provano a fare con te?
Sei una vita, una nuova scheda nella loro memoria, adesso loro

Sanno ciò che ti piace e cosa desideri,
ma non sanno nulla su di me.
Non sono così semplice, una scheda bianca nella loro memoria.

Come può essere che non riesci a vedere
cosa provano a fare con te?
Trascorrendo il tuo tempo, vivendo la tua vita...
Dentro le loro macchine c'è una scheda vuota, sono io.

Sonata Arctica - Ecliptica (1999) - Blank File

Lettera a Dana

Dana, mia cara, ti scrivo
perchè tuo padre è morto, era una giornata splendida
e non voglio disturbarti più.
Ero solito sperare che tornassi,
ma non più, Dana.

I miei occhi potrebbero sbagliarsi, ma ho visto
la tua foto sulla copertina di una sudicia rivista
e penso che il mio cuore non possa proprio sopportarlo.
Dana, amore mio, sarebbe bruttissimo.

Dana, mia cara, ti scrivo
perchè tua madre è morta, era un giorno piovoso
e non avevo intenzione di disturbarti più.
Tua madre sperava: "Visita la tomba di tuo padre, Dana".

Tuo padre t'ha disconosciuta perchè hai peccato,
ma t'ha perdonato nella condizione in cui si trovava
e spero che non farai più quelle cose.
Dana, mia cara, ti aspetto.

Piccola Dana O'Hara, oh Dana, mia cara
Come vorrei che la mia Dana fosse qui.
La piccola Dana O'Hara decise un giorno
di viaggiare lontano, molto lontano.

No, non puoi sorprendermi più:
è una cosa gia vista,
ma sembra che non posso lasciarti andare,
Dana, Dana, Dana, Dana

E penso di averti detto "T'aspetterei per sempre".
Ora so che qualcun'altro ti stringe,
quindi per la prima volta nella mia vita devo mentire.
La menzogna è un peccato, una disgrazia in cui mi trovo.
L'amore non è ciò che sento adesso
Ti prometto che non scriverò più finchè il sole non tramonterà dietro la tua tomba.

Dana, oh, Dana, ti scrivo.
Ho sentito che sei morta, era una splendida giornata.
Sono vecchio e sento che il tempo è scaduto anche per me.
Le pagine del mio diario sono piene di te.

Piccola Dana O'Hara, oh Dana, mia cara
Come vorrei che la mia Dana fosse qui.
La piccola Dana O'Hara decise un giorno
di viaggiare lontano, molto lontano.

Piccola Dana O'Hara, oh Dana, mia cara
Come vorrei che la mia Dana fosse qui.
La piccola Dana O'Hara decise un giorno
di viaggiare lontano, molto lontano.

Piccola Dana O'Hara, oh Dana, mia cara
Come vorrei che la mia Dana fosse qui.
La piccola Dana O'Hara decise un giorno
di viaggiare lontano, molto lontano.

Sonata Arctica - Ecliptica (1999) - Letter to Dana

La mia Selene

Poesia notturna,
vestita del più chiaro argento, mi sorrideresti?
Ogni notte aspetto la mia dolce Selene,

Ma ancora...

La solitudine è sulla mia pelle,
una vita incatenata con le catene della realta.
Vorresti che io sia il tuo Endemione?

Non mi tergerò nel tuo chiaro di luna e scivolerò in pace,
incantato dal tuo bacio in un sonno eterno.

Ma fino a quando non ci uniremo
vivrò per quella notte,
attenderò il tempo
in cui due anime s'intrecceranno.

Nella pausa del mattino nascente
la mia speranza viene oscurata.
Le ombre svaniranno,
ma rimarrò sempre nell'ombra
senza di te...

Il cielo sereno e silenzioso...
I raggi di luna danzano con la marea:
una vista perfetta, un mondo divino

Ed io..

Il bambino più solo in vita,
sempre in attesa, cercando la mia rima.
Sono ancora solo alla fine della notte.

Mento in silenzio col sorriso sulle labbra,
le apparenze ingannano e il silenzio mi tradisce.

Mentre aspetto il momento
i miei sogni prendono vita,
sempre lontano dalla vista
ma mai fuori dalla mente.

E sotto la luna calante
mi manchi ancora,
solo contro la luce.
Sono la solitudine.

Alla fine sono schiavo del mio sogno,
alla fine non c'è alcuna anima che soffrirebbe per me...

Nascosto alla luce del giorno, sono relegato nella mia caverna,
intrappolato in un sogno che si sta lentamente trasformando in un incubo
dove sono tutto solo.
Inutile è una vita in cui non sei nient'altro che un sogno.
Il libro è ancora aperto, le pagine vuote come me...

M'aggrappo a una speranza che comincia a svanire,
provando a scacciare la desolazione che odio.

Ma fino a quando non ci uniremo
vivrò per quella notte,
attenderò il tempo
in cui due anime s'intrecceranno.

Nella pausa del mattino nascente
la mia speranza viene oscurata.
Non c'incontreremo mai,
solo io e la miseria.

Questa è il mio ultimo appello,
la mia caduta definitiva
Annego nel tempo
e divento la notte.

Con le prime luci dell'alba
sparirò.
La realtà mi infligge una ferita profonda.
Sanguinerai con me,
mia Selene?

Sonata Arctica - Reckoning Night (2004) - My Selene

Sogni Sepolti

Benvenuto, è un mondo d'odio.
La tua vita di sogni sotterrati,
soffocati dai suoli del destino.

Benvenuto in un mondo d'odio.
L'amarezza la tua unica ricchezza.
Le sabbie del tempo ti prendono a calci in faccia.
Ti strofinano il volto.

Quando le aspirazioni vengono soffocate,
quando le opportunità della vita sono perdute,
quando ogni speranza è vana,
quando le aspettative si annullano,
quando l'autostima è perduta,
quando l'ambizione porta il lutto.
... Tutto ciò di cui hai bisogno è l'odio.

Quando le aspirazioni vengono soffocate,
quando le opportunità della vita sono perdute,
quando ogni speranza è vana,
quando le aspettative si annullano,
quando l'autostima è perduta,
quando l'ambizione porta il lutto.
... Tutto ciò di cui hai bisogno è l'odio.

Nell'inutilità, per l'autoconservazione
tutti quanti abbiamo bisogno di qualcuno,
di qualcuno da odiare.

Benvenuto in un mondo d'odio.

Quando le aspirazioni vengono soffocate,
quando le opportunità della vita sono perdute,
quando ogni speranza è vana,
quando le aspettative si annullano,
quando l'autostima è perduta,
quando l'ambizione porta il lutto.
... Tutto ciò di cui hai bisogno è l'odio.

Carcass - Heartwork (1993) - Buried Dreams

Sparire nel Nero

La vita sembra scorrere via,
va alla deriva ogni giorno.
Mi perdo dentro me stesso.
Nessun problema, nessun altro.
Ho perso la voglia di vivere,
semplicemente non ho più nulla da dare.
Non c'è più nulla per me,
ho bisogno della fine per liberarmi.

Le cose non sono come erano,
ne manca una dentro di me.
Perso mortalmente, questo non può essere vero,
non posso sopportare come diavolo mi sento.
Il vuoto mi riempie
fino al punto d'agonia.
La crescente oscurità sconfigge l'alba.
Ero me, ma ora lui se n'è andato.

Nessuno tranne me può salvarmi, ma è troppo tardi.
Ora non posso neanche pensare per quale motivo dovrei provare.
Ieri sembra non essere nemmeno esistito.
La morte m'accoglie calorosamente, adesso dirò solo addio.

Metallica - Ride the Lightning (1984) - Fade to Black

Nell'ombra

Vengo da dove c'è magia.
Ti darò ciò che non potrò portare con me
e i giorni soleggiati e la luna.
Voglio un bacio in silenzio, voglio renderti mia.
Ora sto pensando: non puoi lasciarmi adesso!
Stai con me, come puoi.

Tu vieni da dove c'è fuoco
Mi puoi dare ciò che non hai bruciato l'ultima volta,
un giorno senza sole e la luna
Voglio esserti così vicino,
vedere che cicatrici porti nel tuo cuore spezzato.
Il mio è il cuore che ti manca.

Vieni con me, dove c'è magia,
c'è altro che potremo condividere oltre alla luce.
Potremo unire il sole e la luna se vorrai.

Sii la mia ancora in questa vita,
sofferenza nel piacere, sempre e sempre.
Voglio vedere come le mura attorno al tuo cuore crolleranno.
Smettila di resistere, lascia entrare la luce,
sofferenza nel piacere, sempre e sempre
per questa vita.

Lascia che ti porti dove c'è magia, indietro nel tempo
Ricordi la luce della fredda luna di Dicembre?

Voglio un bacio in silenzio, voglio renderti mia.
sto pensando che non puoi lasciarmi adesso,
stai con me, come puoi.
Stai con me, come puoi.

Vieni con me, dove c'è magia.
C'è altro che potremo condividere oltre alla luna.
Possiamo avere il sole e la luna.

Sii la mia ancora in questa vita,
sofferenza nel piacere, sempre e sempre.
Voglio vedere come le mura attorno al tuo cuore crolleranno.
Smettila di resistere, lascia entrare la luce,
sofferenza nel piacere, sempre e sempre
per questa vita.

Sii la mia ancora in questa vita,
sofferenza nel piacere, sempre e sempre.
Voglio vedere come le mura attorno al tuo cuore crolleranno.
Smettila di resistere, lascia entrare la luce,
sofferenza nel piacere, sempre e sempre
per questa vita.

Avverto il tuo volto nell'ombra,
sento il tuo respiro nell'ombra,
assaporo le tue labbra nell'ombra,
ti stringo forte nell'ombra.

Ti porterò dove c'è magia
Ti darò ciò che solo io posso offrire.
Puoi avere la mia luna spezzata di mezzanotte
se mi darai il tuo cuore infranto
e ti darò qualcosa di vero e dorato.
Possiamo rendere questa vita l'arte più raffinata.

Vengo da dove c'è magia,
ti darei ciò che puoi portare via con me
e un giorno soleggiato e la luna.
Voglio darti un bacio in silenzio, voglio renderti mia.
Sto pensando che non puoi lasciarmi adesso.
Stai con me, come puoi.

Avverto il tuo volto nell'ombra,
sento il tuo respiro nell'ombra,
assaporo le tue labbra nell'ombra,
ti stringo forte nell'ombra.

Sonata Arctica - The Days of the Grays (2009) - In the Dark

Come se il Mondo non stia Finendo

Comincia un gioco pericoloso che non verrà vinto
dalla persona che fa la prima mossa.
Ho scelto di essere preso di mira da tutti questi occhi
e ora qualcuno di voi pensa che io sia uno stupido...

Sarò anche colpevole, sono solo un uomo,
ma anche questo mondo è imperfetto
ma è per questo [che sono colpevole].

Ho scelto di non ascoltare ciò che le persone intelligenti dicevano
e invece ho giocato le mie carte come un idiota.
Ogni giorno c'era una possibilità d'essere ghermito dal fuoco,
queste fiamme non bruciano come me...

Aspetto per essere preso per il collo
finchè tutti vedranno che ho ragione
ho bisogno che le mie catene
siano rimosse e di nascondermi qui
mentre i fari mi cercano.
Dimenticati del mondo per ora, Amore,
e vivi questi giorni con me
come se il mondo non stia finendo.

Ci togliamo le maschere e ci nascondiamo qui
mentre i fari mi cercano.
Dimenticati del mondo per ora, Amore,
e vivi questi giorni con me
come se il mondo non stia finendo.

Portami dove non potrò sentire
la gente che mi chiama.
Versami del whisky, brandy, vodka.
Vieni e vivi questa notte con me
come se il mondo non stia finendo.

Sonata Arctica - The Days of the Grays (2009) - As if the World wasn't Ending

Dio del Vento

Lascia che ti racconti una storia,
la storia di un uomo
che voleva essere un Dio,
un Dio del Vento.
Si vestiva di marrone,
vesti di pelle marrone,
usava una mazza d'osso
e mangiava funghi.
Viveva nelle foreste,
là dove gli alberi sono enormi.
I suoi unici amici erano i troll,
sempre ubriachi.
Ebbe un incubo:
C'era un grande orso cattivo
che lo rincorreva
e gridava queste parole:

Se vuoi essere un Dio del Vento
Devi battermi.
Se vuoi essere un Dio del Vento
dovrai scorticarmi.
Se vuoi essere un Dio del Vento
devi usare le mie unghie.
Se vuoi essere un Dio del Vento
dovrai essere come me, come un Orso.

Korpiklaani - Spirit of the Forest (2003) - God of Wind

Plantocrazia

Perchè così in tanti devono pagare per mantenere un solo uomo nella sua posizione?
Perchè nessuno nega così spesso il primato di uno sugli altri?
Non c'è abbastanza consapevolezza di se in ognuno per renderlo reale?
Non abbiamo tutti, dentro di noi, ciò che rende un uomo degno d'esserlo?

Come vorrei poterti prendere per mano,
condurti attraverso viste confuse e
darti l'accesso al tuo Io.

Tra un cesare e un nessuno ci sono un sacco di modi d'essere,
la vita è piena di differenze e così dovrebbe essere la società.
La speranza è un carburante che ci danno gratuitamente mentre la paura chiede sicurezza.
Quindi perche questi due vengono usati come strumenti di potere?

Come vorrei poterti prendere per mano,
condurti attraverso viste confuse e
darti l'accesso al tuo Io.

Dormire con gli occhi ben aperti mentre qualcun altro sta assumendo una carica
per condurlo alla sua strada.

Come vorrei poterti prendere per mano,
condurti attraverso viste confuse e
darti l'accesso al tuo Io.

Vorrei poterti prendere per mano,
condurti attraverso viste confuse e
darti l'accesso al tuo Io.

Samael - Solar Soul (2007) - Slavocracy

Sposa d'Argento

Dai sogni mistici della notte
ho visto la chiarezza dei miei giorni
nelle sfumature della nostalgia
ho cercato una luce familiare.
La morte dell'assassino di mia moglie
non m'ha portato conforto
nessuna forma di solitudine
per un sogno

Ho fatto una regina d'oro
ho costruito una sposa d'argento
dalle notti d'estate del Nord,
dalla luna invernale
non ha risposto la mia ragazza.
Non ho avvertito alcun cuore battere
Non ho dato alcun sospiro alle labbra argentee,
nessun calore all'oro.

Dentro il mio cuore una fiamma di desiderio
ha acceso il potere della mia volontà
Ho incastrato in una forma d'argento
una regina d'oro per me.
Ho fatto il nostro letto sotto le stelle
coperto da sacchi, nascondigli di pelle d'orso.
Ho tracciato l'arco delle curve d'oro
e baciato le labbra argentee.

Ho fatto una regina d'oro
ho costruito una sposa d'argento
dalle notti d'estate del Nord,
dalla luna invernale
non ha risposto la mia ragazza.
Non ho avvertito alcun cuore battere
Non ho dato alcun sospiro alle labbra argentee,
nessun calore all'oro.

Coro: Regina d'oro
Solista: L'ho fatta
C: Sposa d'argento
S: L'ho costruita
C: Regina d'oro
S: Nessun calore
C: Sposa d'argento
S: Niente amore
C: Regina d'oro
S: L'ho fatta
C: Sposa d'argento
S: L'ho costruita
C: Regina d'oro
S: Nessun calore
C: Sposa d'argento
S: Niente vita

Amorphis - Skyforger (2009) - Silver Bride

La Canzone del Migrante

Ah ah,
Veniamo dalla terra delle nevi e dei ghiacci,
dal sole di mezzanotte, dove le calde sorgenti soffiano.

Il martello degli Dei guiderà le nostre navi a nuove terre
Per combattere l’orda, cantando e urlando:
“Valhalla, sto arrivando!”

Avanzando controvento
Il nostro obiettivo è la costa dell’Ovest.

Ah ah,
Veniamo dalla terra delle nevi e dei ghiacci,
dal sole di mezzanotte, dove le calde sorgenti soffiano.

Con quanta dolcezza i tuoi sì verdi campi
Possono sussurrare storie d’atrocità,
di come abbiamo calmato la marea della guerra.
Siamo i vostri padroni.

Avanzando controvento
Il nostro obiettivo è la costa dell’Ovest.

Quindi adesso fareste meglio a fermarvi e ricostruire sulle vostre rovine
Perché la pace e la fiducia possano sopravvivere
Al giorno della vostra sconfitta.

Led Zeppelin - Led Zeppelin III (1970) - Immigrant Song